Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Bertolla / Strada della Verna

Esplosione di strada della Verna: le famiglie ospitate in social housing

Le circa 50 persone che sono state sfollate per l'esplosione del condominio di strada della Verna saranno ospitate in strutture di social housing

Le ventisei famiglie (cinquanta persone in tutto) che sono state costrette a lasciare il proprio appartamento per l’esplosione che ha danneggiato gravemente alcuni alloggi di strada della Verna saranno ospitate da alcune strutture residenziali di social housing.

La decisione è stata resa nota questo pomeriggio, in Sala Rossa: “I tecnici comunali e quelli di Cit e Atc – ha detto il vicesindaco Elide Tisi - sono già al lavoro per mettere in sicurezza le parti comuni dello stabile e in serata gli inquilini dell’interno 9 potranno fare rientro nella propria abitazione, eccetto che in un paio di alloggi adiacenti quello dello scoppio”.

Le due palazzine dei numeri civici 20/7 e 20/9 sono di proprietà del Consorzio Intercomunale Torinese (Cit) e in gestione all’Azienda Territoriale per la Casa (Atc). “Per l’interno 7, quello in cui è avvenuta l’esplosione, si dovrà aspettare la conclusione dei sopralluoghi tecnici per sapere – ha spiegato Tisi - in quanti dei ventiquattro appartamenti si potrà tornare nel giro di qualche giorno e quale sarà invece il numero di quelli che hanno subito danni significativi, necessitando quindi di interventi strutturali. Per questi ultimi, ovviamente, i tempi per restituirli alle famiglie saranno più lunghi”.

Elide Tisi ha inoltre voluto esprimere il proprio augurio di pronta guarigione per tutti coloro che sono stati ricoverati in ospedale, e specialmente per chi è ancora in condizioni preoccupanti. Il vicesindaco ha anche assicurato “che l’Amministrazione comunale offrirà tutto il sostegno e l’accoglienza necessaria in attesa che possano far ritorno nella propria casa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esplosione di strada della Verna: le famiglie ospitate in social housing

TorinoToday è in caricamento