menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il fotogramma scioccante

Il fotogramma scioccante

Eroina davanti al figlio di un anno: bambino "salvato" dai carabinieri

Filmate 3 mila ore di immagini, molte delle quali scioccanti. Tra queste quella di un padre che si inietta l'eroina per via endovenosa di fronte al passeggino del figlio. L'indagine ha portato a 19 arresti

Ad appena un anno i suoi occhi hanno dovuto assistere a scene orribili. Quando i carabinieri hanno visionato il filmato e hanno visto il padre, poco più che trentenne, iniettarsi l'eroina per endovena di fianco a un secondo tossicodipendente che faceva la medesima cosa, sono intervenuti. 

Identificato il genitore, sono andati direttamente a casa della famiglia e senza che fosse posta loro alcuna resistenza, hanno preso in cura il bambino. "Stava bene", confermano i militari dell'Arma, anche se con due genitori tossicodipendenti cronici. Ora il piccolo si trova al sicuro in una comunità protetta mentre i genitori hanno iniziato un percorso per uscire dai uno dei tunnel peggiori che esistano.

Quella del papà che si "buca" di fronte al figlio è solo una delle tante immagini fortissime di scene che avvenivano quotidianamente alla luce del sole in uno dei mercati più frequentati della città. A Porta Palazzo si vendevano dosi di eroina e cocaina in quantità, prevalentemente in orario di pranzo e di cena. Per sbaragliare la concorrenza i pusher africani accettavano qualsiasi tipo di pagamento, sia in contanti che in cellulari o altra refurtiva. E i clienti non mancavano: una cinquantina al giorno almeno. I carabinieri della Compagnia Oltre Dora hanno fatto un lungo lavoro, un'indagine iniziata lo scorso giugno e fatta di osservazione e riscontri frequenti a cui sono seguiti gli arresti.

Dopo oltre 3 mila ore di filmati e 128 giorni di attività investigativa in cui si era appurato il libero mercato dello spaccio a studenti, liberi professionisti, operai e altri tossici, l'operazione dei carabinieri si è conclusa con 14 arresti - di cui 8 in flagranza e 6 fermi  di indiziato di delitto - e 5 misure cautelari del divieto dimora. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento