menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'uomo con il casco che ha sparato ad Alberto Musy: per i giudici è Francesco Furchì

L'uomo con il casco che ha sparato ad Alberto Musy: per i giudici è Francesco Furchì

Consigliere comunale ucciso a colpi di pistola sotto casa: ergastolo definitivo al killer

Morte dopo una lunga agonia

Diventa definitivo l'ergastolo per Francesco Furchì, 56enne ex presidente dell'associazione Magna Grecia (che organizzava attività per gli originari calabresi a Torino), accusato di avere sparato, il 21 marzo 2012 in via Barbaroux 35 (sotto casa della vittima), all'avvocato, professore e consigliere comunale dell'Udc Alberto Musy, che morì il 23 ottobre 2013 dopo un'agonia di 19 mesi.

Furchì era stato arrestato il 30 gennaio 2013 dagli agenti della squadra mobile della questura, guidati dai dirigenti Luigi Silipo e Luigi Mitola con il coordinamento del pm Roberto Furlan, che ha condotto l'inchiesta giudiziaria successiva all'omicidio. Le indagini erano state particolarmente complicate per il fatto che l'assassino indossava un casco integrale e aveva accuratamente evitato le telecamere della zona quando si era allontanato. Furchì era poi stato incastrato da diversi indizi, in particolare dall'essersi creato un falso alibi per la mattina dell'omicidio.

Nel tardo pomeriggio di ieri, giovedì 1 febbraio 2018, i giudici della Corte di Cassazione hanno confermato la sentenza di appello del 25 novembre 2015 che stabiliva il massimo della pena per l'uomo, riconoscendolo come colpevole di omicidio volontario pluriaggravato. La sentenza, dopo la richiesta del procuratore generale Pina Casella, è arrivata dopo sei ore di camera di consiglio.

Secondo Giampaolo Zancan, il legato che in questi anni ha seguito la famiglia Musy, "è una sentenza giusta, premesso che la parte civile in questi casi non vince mai".

Difeso da un pool di avvocati che comprende Giancarlo Pittelli, Mariarosaria Ferrara e Gaetano Pecorella, Furchì si era sempre professato innocente. In carcere, ad Alessandria, frequenta la facoltà di scienze politiche dove presto dovrebbe laurearsi.

furchi-2

Francesco Furchì, condannato all'ergastolo

alberto-musy_original

Alberto Musy, il professore e consigliere comunale vittima dell'omicidio

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento