Cercenasco, l’eredità di don Grande: lascia 500mila euro al Comune

Sorpresa durante l'apertura del testamento del parroco morto a metà luglio a 87 anni

Per 28 anni, dal 1969 al 1997, don Giovanni Battista Grande è stato parroco di Cercenasco e al paese di nemmeno 2mila abitanti ha lasciato una grande eredità, non solo spirituale. Un tesoretto che si è rivelato una gradevole sorpresa e che servirà a completare l’asilo e qualche altra opera. La cifra che il Comune eredita è di oltre 500mila euro.

Classe 1929, Don Grande è mancato il 14 luglio scorso e ha voluto in questo modo lasciare alla sua comunità un segno tangibile del suo affetto. Insieme alla somma destinata al Comune ce n’è un’altra lasciata alla parrocchia che ora è nelle mani di don Roberto Debernardi, succeduto 19 anni fa proprio a don Grande.

Una parte è stata anche destinata alle suore della casa di riposo di Pancalieri, dove ha trascorso i suoi ultimi anni. I soldi donati al Comune finanzieranno quelle opere alle quali don Grande ha dedicato una vita come l’ampliamento della scuola materna che confina con l’oratorio, la ristrutturazione delle sale per le associazioni comunali, che si trovano all’interno della struttura dell’oratorio, il rifacimento del tetto e la copertura del cortile.
 

Potrebbe interessarti

  • Come vestirsi ad un matrimonio estivo? Tutti i consigli, dall'abito agli accessori

  • Festival musicali: la guida ai concerti dell'estate 2019 a Torino e in Piemonte

  • Auto sui binari del tram

  • Vuoi diventare una persona mattiniera? 6 consigli per un risveglio al top

I più letti della settimana

  • Scontro tra auto e moto sul rettilineo: morto giovane centauro

  • Violenta grandinata in tutta l'area metropolitana: chicchi di diversi centimetri

  • Cade dal balcone di casa: muore appena arrivata in ospedale

  • Due torinesi muoiono in un incidente negli Stati Uniti: investiti da un tir dopo la caduta in moto

  • Moto si scontra con un motocarro: il centauro muore in breve tempo

  • Trovato morto nella sua auto nei campi: si è sparato un colpo di fucile

Torna su
TorinoToday è in caricamento