Aggredisce i carabinieri e viene colto da crisi epilettica: salvato e arrestato

Ora è in ospedale

Immagine di repertorio

Se Rambo Trompino, 34enne di San Carlo Canavese, personaggio molto noto alle forze dell’ordine, è ancora vivo, lo deve agli stessi carabinieri che nella stessa circostanza lo hanno poi arrestato.

Perché nella serata di martedì 2 gennaio 2018, i militari della Tenenza di Cirié lo avevano fermano ad un posto di blocco mentre stava viaggiando sulla sua vettura, a San Maurizio. 

Trompino, invece di dar loro patente e libretto, decide di insultarli e minacciarli, tentando persino di aggredirli.

Il 34enne, però, viene improvvisamente colto da una crisi epilettica, con i militari che chiamano d’urgenza il 118. Dopo averlo stabilizzato, l'equipe meica lo ha trasportato d’urgenza all’ospedale di  Cirié, dove è ancora ricoverato anche se in stato di arresto per oltraggio, minaccia e violenza a pubblico ufficiale.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Tempo libero e svago, cosa fare a Torino e dintorni sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo un giornata di sciopero: possibili disagi

  • Autostrada, installati due box per gli autovelox: dove sono

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Le "soffia" il parcheggio e lui scende dall'auto, la insulta e le stringe il collo

Torna su
TorinoToday è in caricamento