Tav, Ghigo (Pdl): "L'unica strada è l'intervento dell'Esercito"

L'ex presidente della Regione: "La situazione è ormai intollerabile. Non possiamo pretendere che le forze dell'ordine facciano un lavoro che non è il loro"

Enzo Ghigo, coordinatore regionale del Pdl in Piemonte, commentando gli ultimi giorni di tensione nei pressi del futuro cantiere della Tav ha detto: "L'unica strada percorribile è la richiesta al Governo dell'intervento dell' Esercito per proteggere il cantiere della Tav e gli operai coinvolti".

"La presenza di una catapulta, di chiodi a tre punte, di un continuativo stato d'assedio come avvenuto questi giorni - afferma l'ex presidente della Regione - è ormai intollerabile. Non possiamo pretendere che le forze dell'ordine facciano un lavoro che non è il loro".

"Penso che sia indispensabile - conclude Ghigo - che i parlamentari piemontesi di tutti i partiti si incontrino per chiedere in modo bipartisan un intervento del Governo a livello nazionale per la tutela dell'ordine pubblico".

(ANSA)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento