menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Enzo Costanza non sarà processato

Enzo Costanza non sarà processato

Fuggì con il figlio appena nato in Spagna, non sarà processato

Seconda la perizia psichiatrica Enzo Costanza, impiegato di 39 anni, quando fuggì con il figlio di appena due settimane non era in grado di intendere

Enzo Costanza, l’impiegato di Orbassano che lo scorso aprile fuggì in Spagna con suo figlio di appena due settimane, non sarà processato. La perizia seguita dal medico chirurgo esperto in psichiatria Franco Freilone ha stabilito che quando sono avvenuti i fatti il trentanovenne non era in grado di intendere.

Conseguentemente all’esito della perizia psichiatrica, il pubblico ministero Valerio Longi ha depositato la richiesta di archiviazione del fascicolo d’indagine in cui Enzo Costanza figurava indagato per sottrazione di minore.

La fuga dell’impiegato di Orbassano durò quattro giorni. Era un martedì quando, dopo essere stato dallo psichiatra da cui era in cura da qualche tempo, si recò al centro commerciale di Rivalta dicendo alla moglie che la avrebbe aspettata in macchina con il figlio nato da pochi giorni. Ma quando la donna uscì l’auto, suo marito e il bambino non c’erano più. Le ricerche iniziarono in Francia, dove Enzo Costanza ha alcuni parenti, e poi in Spagna, credendo volesse raggiungere il Portogallo. Scappato da un supermercato, fu ritrovato quattro giorno dopo con il figlio in braccio in un centro commerciale spagnolo, ad Albacete.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento