menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tav, la talpa entra in funzione: per finire il tunnel serviranno 4 anni

La gigantesca talpa che scaverà il tunnel del Tav è entrata in funzione nel cantiere di Chiomonte. La fresatrice scaverà i 7,5 chilometri della discenderia che collegherà al livello della futura galleria

I lavori per la realizzazione del tunnel Tav di Chiomonte sono ormai entrati nel vivo. La talpa è arrivata, è stata assemblata e ha acceso i motori. I primi 250 metri del cunicolo sono stati perforati con tecniche tradizionali, ma poiché la gigantesca fresa da 10 milioni di euro ha imboccato il tunnel già realizzato, la restante parte degli scavi sarà realizzata con l'ausilio di questo colosso.

La fresatrice scaverà i 7,5 chilometri della discenderia - altre tre sono già state completate in Francia - che porterà al livello della futura galleria, lunga 57 chilometri nel cuore del massiccio montuoso. Per completare gli scavi serviranno quattro anni.

La maggior parte del materiale di scavo sarà convogliato fuori dal tunnel da nastri trasportatori e poi portato nel deposito interno al cantiere, che si estende per una superficie di sette ettari. A fine lavori questi detriti saranno rinaturalizzati. Nel cantiere di Chiomonte lavorano su tre turni circa 80 persone, appartenenti a una decina di aziende, quasi tutte valsusine.

Il completamento dei lavori creerà occupazione per circa un centinaio di lavoratori diretti. Il costo complessivo del tunnel è di 143 milioni di euro Iva esclusa, di cui 65,5 finanziati dalla Ue. L'Italia contribuisce con 50,75 milioni, la Francia con 26,75.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento