Cronaca Bertolla / Lungo Stura Lazio

Emergenza in lungo Stura, accanto al campo nomadi distese di rifiuti

La Città studia le linee guida del progetto “emergenza rom" e i residenti protestano. Il campo nomadi, infatti, è tornato ad essere una distesa di rifiuti

In Comune si studiano ancora le linee guida del progetto “emergenza rom” ma sulle sponde dello Stura il degrado non sembra aver intenzione di levare le tende. Dopo l’assegnazione delle gare d’appalto i residenti della periferia sono tornati a far sentire la loro voce chiedendo provvedimenti. Le distese di rifiuti, infatti, non hanno abbandonato le strade. Tutti gli ingressi che portano alla baraccopoli sono impraticabili o quasi a causa della spazzatura.  

In consiglio di circoscrizione Sei verrà anche discussa una proposta di mozione del capogruppo di FdS Vittorio Agliano con richiesta di un’assemblea pubblica per illustrare ai cittadini i contenuti dei progetti vincitori del bando. “E’ giusto che tutti vengano messi al corrente delle iniziative a favore della popolazione rom – rilancia Agliano -. Progetti finanziati con fondi ministeriali che come sappiamo riguardano anche altri campi, corso Tazzoli, via Germagnano e strada dell’Aeroporto. Due su tre interessano proprio il nostro territorio”.

Il tavolo di monitoraggio, però, continua a non dare risposte chiare. Ma per la presidente della circoscrizione Sei Nadia Conticelli il problema non sussiste. “Invito tutti ad abbassare i toni – dichiara Conticelli -. Lo scopo della Città è quello di liberare le aree occupate abusivamente. Ci stiamo muovendo nella direzione giusta ma di certo non possiamo pensare di cancellare lungo Stura in una settimana oppure in un solo mese”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza in lungo Stura, accanto al campo nomadi distese di rifiuti

TorinoToday è in caricamento