Accoltella il barista accusandolo di avances, in passato aveva sfregiato un prete con l'acido

Scarcerata, era fuggita in Italia

Elis Gonn, russa di 25 anni accusata di tentato omicidio

Sembra non avere alcun fondamento la versione dei fatti di Elis Gonn, la russa di 25 anni residente a Torino ma di fatto domiciliata a Castiglione Torinese arrestata ieri, martedì 23 giugno 2020, dopo avere accoltellato il titolare del bar di via San Donato 82. Lei aveva riferito di averlo fatto poiché il commerciante, un 47enne, le avrebbe fatto delle avances sessuali nel corso di un colloquio. L'ipotesi più plausibile, invece, è che si sia trattato di una vendetta perché nel colloquio lui le aveva detto che non l'avrebbe assunta.

La donna, infatti, non è nuova a episodi di violenza che rasentano la follia. Il 5 dicembre 2018 a Managua (Nicaragua) aveva lanciato dell'acido solforico contro il vicario della cattedrale cittadina, Mario Guevara, mentre nella chiesa si stavano svolgendo le confessioni e dei riti di esorcismo. Il prete era rimasto pesantemente sfregiato in volto. Dopo essere stata individuata e arrestata, alla polizia nicaraguense aveva detto di "essere stata indotta a farlo dal diavolo" e anche per questo su di lei sono stati disposti accertamenti psichiatrici.

Il 3 maggio 2019 è stata condannata a otto anni di carcere per l'accaduto ma nell'agosto successivo era stata scarcerata dalle autorità nicaraguensi per scontare le pene ai domiciliari. Lei aveva immediatamente riparato in Italia dove aveva ottenuto, anni prima, lo status di rifugiata come perseguitata in Russia per la sua appartenenza al movimento femminista e per il suo orientamento sessuale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Adesso le autorità italiane dovranno anche valutare l'estradizione in Nicaragua per il crimine che commesso un anno e mezzo fa. Anche se, probabilmente, dovrà affrontare il processo per tentato omicidio qui. L'inchiesta è coordinata dal pm Giuseppe Drammis.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile tragedia nella notte: uccide il figlio di 11 anni a colpi di pistola e poi si spara

  • Incidente mortale in città: a perdere la vita uno scooterista di 30 anni

  • Investito dalla sua auto dopo avere dimenticato di inserire il freno a mano: è grave

  • Elezioni 2020, in 23 comuni del Torinese i cittadini sceglieranno il sindaco e il consiglio comunale

  • Elezioni comunali 2020 a Moncalieri: Montagna verso la conferma al primo turno

  • La denuncia: "Aggredito dal vigilante del supermercato perché mi sono abbassato la mascherina"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TorinoToday è in caricamento