menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elicotteri delle forze armate con amianto, indaga il pm Guariniello

Sono una cinquantina le persone iscritte nel registro degli indagati dal magistrato della Procura di Torino. Tra questi i vertici di Augusta Westland e Piaggio Aerospace che hanno guidato le due società costruttrici dai primi anni '90 al 2014

Il pm Raffaele Guariniello ha iscritto nel registro degli indagati per il reato di disastro colposo una cinquantina di persone nel corso di un’indagine partita nel 2012 che riguarda gli elicotteri delle forze armate e l’amianto. Si è scoperto che le guarnizioni con cui sono stati costruiti gli aeromobili contengono la pericolosa fibra e questi sono stati poi venduti a carabinieri, guardia di finanza, marina militare e tutte le altre forze armate italiane, mettendo a rischio la salute di chi ci è entrato in contatto negli ultimi anni.

Tra le persone indagate ci sono vertici e dirigenti al lavoro dai primi anni ’90 al 2014 in due società, Augusta Westland e Piaggio Aerospace, che si sono occupate della costruzione degli elicotteri. Oltre a questi, nel fascicolo risultano esserci anche i nomi di alcuni militari appartenenti a specifiche commissioni, i quali facevano da riferimento per le ditte produttrici: questi, secondo quando contestato, sapevano della presenza dell’amianto ma non avrebbero informato adeguatamente le forze armate del rischio.

Quando è partita l’indagine, nel 2012, diversi elicotteri in uso alle varie forze armate sono stati bonificati. Un costo enorme per lo stato, contenuto grazie al materiale sostitutivo fornito dalla società Augusta Westland, rivelatosi però anche questo pericoloso per lo stesso motivo, ossia la presenza di amianto.

Incerto ancora il numero di elicotteri su cui sono state installate le guarnizioni incriminate, si parla di mezzi aerei che hanno diversi anni e che sono in uso in tutta Italia. L’indagine della Procura, come detto, è iniziata nel 2012 quando si indagava sulle morti per amianto dei militari e sembra destinata a proseguire ancora a lungo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento