La famiglia ruba corrente: sequestrati tutti i 34 elettrodomestici

Il caso a Rivalta. Secondo la procura potrebbero essere utilizzati come prova per il reato commesso. I furti erano stati scoperti dall'Enel

Il momento del sequestro da parte dei carabinieri

Trentaquattro elettrodomestici sono stati sequestrati dai carabinieri all'inizio di aprile 2017 a una famiglia di Rivalta di Torino riconosciuta responsabile di ripetuti furti di energia elettrica dalla rete.

Secondo il pm Antonio Rinaudo, che ha coordinato le indagini e disposto il provvedimento in quanto si tratterebbe di "oggetti pertinenti al reato", la famiglia rom che abita in via De Nicola 36/10, in frazione Gerbole, si sarebbe allacciata ai pali della luce in strada ed è stata denunciata dall'Enel, che aveva fatto un'indagine su una serie di consumi anomali segnalati nella zona, dove tra l'altro non è registrato alcun contatore.

Tutti i dispositivi sequestrati (computer, frullatori, asciugacapelli, frigoriferi, decoder, lavatrici e aspirapolvere) sono stati trasportati in un magazzino e verranno utilizzati come prova nel processo a carico del capofamiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Paura al campo di calcio: bambino di 8 anni si accascia al suolo mentre gioca la partita

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Marito e moglie investiti da un'auto mentre attraversano la strada

Torna su
TorinoToday è in caricamento