Mercoledì, 29 Settembre 2021
Cronaca Regio Parco / Via Emilio Salgari

Elettrodomestici abbandonati. E' allarme a Regio Parco

I residenti del quartiere hanno fotografato i frigoriferi scaricati illegalmente davanti all'ingresso del centro di via Salgari. “Tante persone sono state beccate con le mani nella marmellata"

Ancora problemi con l’ecocentro di Regio Parco. Decine di elettrodomestici sono stati scaricati nelle notti scorse davanti al centro Amiat per la raccolta differenziata collocato in via Salgari. La foto scattata un paio di notti fa da un residente sonnambulo del quartiere non lascia spazio a molti dubbi. Qualche furbetto, infatti, ha pensato bene di abbandonare un elevato numero di frigoriferi – una decina circa - davanti all’ingresso principale dell’ecocentro, in barba alle telecamere e ai divieti vigenti sul territorio. Un problema che si verificherebbe spesso e volentieri, almeno stando alle parole dei residenti e dei commercianti della zona, infastiditi per il comportamento di alcuni maleducati.

“Tante persone sono state beccate con le mani nella marmellata – denuncia Michelangelo Gulli, il presidente dell’associazione commercianti 'Una finestra su Regio Parco' -. Eppure nonostante gli interventi delle forze dell’ordine ci sono ancora dei furbi che non hanno alcuna intenzione di rispettare le leggi. Contro questa gente si può fare davvero poco. La denuncia è l’unica via d’uscita”. Da un anno a questa parte, inoltre, il centro di via Salgari, non ritira più i televisori e i monitor. I furti a ripetizione nel quartiere hanno convinto l’azienda ad adottare una nuova strategia contro i ladri e gli avvoltoi.

Negli ultimi anni – è risaputo - sono spariti dall’ecocentro un numero spropositato di oggetti tra cui televisori, computer ed elettrodomestici. “Per colpa dei soliti delinquenti non possiamo più lasciare molti oggetti in quell’ecocentro” dichiara un residente della zona. Una catena di taccheggi che ha finito per spazientire l’azienda. “I frigoriferi, così come tutti gli altri elettrodomestici, andrebbero portati negli orari di apertura – spiegano da Amiat – rispettando una prassi ormai usuale da tempo. Purtroppo questo non avviene sempre a causa di una frangia, seppur contenuta, di incivili che di tanto in tanto lascia qualche ricordino davanti all’ingresso principale”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elettrodomestici abbandonati. E' allarme a Regio Parco

TorinoToday è in caricamento