Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Aurora

Sei edifici abbandonati nel borgo Aurora ma da vent'anni mancano le idee

In circoscrizione Sette si contano almeno sei locali dismessi. Dall'area Ponte Mosca, abbandonata da vent'anni, passando per l'Astanteria Martini e il vecchio mercato di via Perugia

Nella periferia nord di Torino il numero di locali abbandonati e lasciati alla mercé dei disperati sta toccando punte in aspettabili, soprattutto in borgo Aurora. Impossibile non citare l'area Ponte Mosca, di proprietà della Provincia che volta starebbe pensando di rimettere all'asta i locali tra lungo Dora Firenze e via Aosta. L’idea, che fino ad oggi ha fatto poca strada, è quella di una cessione ai privati. E infatti alle tante parole non siano mai seguiti dei fatti.

Nessuna novità neanche per l’ex opificio militare di via Modena, in passato casa prima per gli anarchici e poi per famiglie rom. Ma bastano pochi passi a piedi per incappare in un altro nodo: parliamo dell’ex mercato dei fiori di via Perugia dove le decorazioni floreali e i grossisti al lavoro hanno lasciato il passo alla polvere e al degrado. I predoni del rame e i senzatetto sono stati cacciati più volte mentre il progetto del parco tematico pubblico e dei box auto interrati non ha mai preso corpo. Lucchetti e sigilli non potevano mancare nemmeno per gli uffici dell’Enel di via Pedrotti 9, chiusi da sette anni.

Dopo le segnalazioni dei residenti i locali sono stati bonificati. E per ultimo citiamo due pezzi da novanta come le vecchie stanze delle ex officine Grandi Motori e l’Astanteria Martini di largo Cigna. “La riconversione Lavazza di via Bologna è stato il primo passo - ha dichiarato il presidente della circoscrizione Sette Emanuele Durante -. Stiamo lavorando anche su altri fronti ma non tutti i casi dipendono dalla nostra volontà. Per esempio per quanto riguarda l’area Ponte Mosca è la Provincia che deve dare una mano al quartiere”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei edifici abbandonati nel borgo Aurora ma da vent'anni mancano le idee

TorinoToday è in caricamento