menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Importavano hashish dal Marocco insieme al caffè, arrestati due imprenditori

La droga, complessivamente 55 chili di hashish, era nascosta nel magazzino della ditta e sul furgone dei due imprenditori. Arrestati dalla sezione antidroga del Comando provinciale

Importavano dal Marocco hashish e lo nascondevano nel caffé destinato alle loro attività commerciali nel nord Italia: è l'accusa per la quale due imprenditori lombardi sono stati arrestati dai Carabinieri della sezione antidroga del Comando provinciale di Torino. L'operazione si è svolta in collaborazione con i colleghi della compagnia di Legnano.

I due arrestati sono Giovanni S., 59 anni, di Legnano (Milano), direttore commerciale di una ditta di ristorazione e installazione di distributori automatici di caffé e bevande, e Franco G., 57 anni, residente in Marocco dove gestisce un'altra ditta di ristorazione.

La droga - complessivamente 55 chili di hashish - era nascosta nel magazzino della ditta e sul furgone dei due imprenditori. Secondo gli investigatori, l'hashish era partito dal Marocco ed era destinata al mercato torinese e milanese.

L'operazione è nata durante le indagini sul traffico tra Marocco e Italia perché una telefonata ha rivelato un grosso flusso di droga in arrivo sull'asse Marocco-Legnano-Torino.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento