rotate-mobile
Cronaca Borgo Vittoria / Via Tommaso Gulli

Polizia scova 1 kg e 300 grammi di hashish in un appartamento: due arresti

I residenti, da tempo, avevano notato un fastidioso viavai dal condominio

Grazie alla collaborazione di alcuni residenti in zona, insospettiti a causa di un curioso viavai di persone da un condominio di via Gulli, la polizia ha arrestato due cittadini stranieri gravemente indiziati di detenzione di sostanza stupefacente finalizzata allo spaccio.

Su indicazione dei poliziotti dell’UPGSP in servizio presso la Centrale Operativa della Questura, ove erano pervenute le segnalazioni anonime, una pattuglia della squadra volante ha perquisito un alloggio dello stabile alla cui porta ha aperto un ragazzo marocchino, di 25 anni, irregolarmente residente in Italia.

Il giovane si è mostrato estremamente indisposto alla vista degli operatori, ma successivamente ha permesso il libero accesso all’appartamento, ove era presente, in quanto lì domiciliato, un secondo cittadino marocchino, della stessa età.

Su un mobile della camera da letto gli operatori hanno subito rinvenuto una modica quantità di hashish, mentre un esame più approfondito ha consentito il rinvenimento, all’interno di un borsone posto sul balcone della cucina, di diversi panetti e dosi più piccole, già pronte allo smercio, della medesima sostanza.

Lo stupefacente sequestrato, sottoposto alle dovute analisi dalla polizia scientifica, è risultato pesare circa 1300 grammi. È stato anche rinvenuto e sequestrato un bilancino di precisione, oltre alla somma di 225 euro in contanti.

In considerazione dei gravi indizi di colpevolezza a loro carico in ordine al reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, i due venticinquenni sono stati arrestati.

                                                                                                                                                           

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia scova 1 kg e 300 grammi di hashish in un appartamento: due arresti

TorinoToday è in caricamento