Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca

Eroina killer: 9 morti in 25 giorni

L'eroina killer ha causato 9 morti in soli 25 giorni. Gli agenti del commissariato San Paolo hanno sequestrato più di mezzo chilo di eroina. Arrestato un operaio marocchino

I chimici del racket degli stupefacenti, i cui laboratori si concentrano nel Nord Europa, soprattutto in Olanda, hanno creato un nuovo tipo di eroina. Contiene caffeina e acido-acetilsalicico, l’elemento base dell’aspirina. E' quasi invisibile ai reagenti (se non dopo una serie di esami sofisticati) ed è molto pericolosa per i consumatori. Mortale per chi da tempo ha smesso di assumere droga e ha appena ripreso o per chi ha un sistema cardio-circolatorio giù compromesso per l’uso sistematico. Potrebbe essere l’eroina-killer, responsabile di una lunga catena di morti per overdose, anche a Torino e dintorni.

I detective del commissariato San Paolo, coordinati dal vicequestore Elena Manti, hanno sequestrato oltre mezzo chilo di questa sostanza. Un operaio marocchino, residente in una traversa di corso Francia, è finito in manette. Il capo dell'organizzazione, composta a quanto pare solo da maghrebini, risulterebbe incensurato. Il racket si è insediato nelle zone confinanti con i quartieri San Paolo e San Donato. Gli investigatori hanno ritrovato sul cellulare più di 500 telefonate. Ad effettuare le chiamate erano complici e acquirenti di questo tipo particolare di eroina, con componente base la brown sugar.

Le oltre 2.200 dosi, per un valore che supera i centomila euro, erano nascoste all’interno di un’auto rubata, parcheggiata a poca distanza dalla casa del pusher. Una tecnica usata dalla gang, composta da extracomunitari in regola con i permessi di soggiorni, quasi tutti incensurati, con un giro di clienti diviso a metà tra tossici abituali e occasionali. Dal torinese a caccia di droga per il fine settimana, al tossico all’ultimo stadio. In media, riuscivano a spacciare circa un chilo di eroina alla settimana.

Questo tipo di eroina viene usato soprattutto per lo speedball, un insieme di eroina e cocaina. Il mix provoca un effetto narcotico tipico degli oppiacei un senso di euforia causata dalla cocaina. Un cocktail diffuso a Torino, che ha già provocato una serie di morti e un aumento delle patologie mentali da parte dei consumatori abituali. Crea una dipendenza fortissima in pochi mesi, nei soggetti più deboli crea crisi nervose molto violente. C’è un nucleo di pusher specializzati in questo genere di droga.

L’eroina killer ha provocato, solo a Torino, 9 morti in appena 25 giorni. Tra le vittime compaiono imprenditori, ragazzi con alle spalle famiglie alto-borghesi, persone qualunque, i cui cadaveri sono stati trovati per strada. L'età media varia dai 35 anni sino ai 45.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eroina killer: 9 morti in 25 giorni

TorinoToday è in caricamento