rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Droga comprata online: è torinese la prima vittima italiana dell’U47700

La sostanza sintetica venduta in rete

L’Istituto Superiore di Sanità ha dichiarato che un torinese è la prima vittima italiana dell’U47700, uno degli oppioidi sintetici che si possono ricevere per posta, via raccomandata. Lo chiamano "Pink", per il colore rosa pallido della sostanza.

Mario aveva 42 anni, moglie e due figli di 10 e 12 anni. L’uomo ha perso la vita in estate, trovato dalla moglie sul pavimento di casa, devastato dalla droga chimica comprata online. Ne dà notizia La Stampa raccontando che la moglie di Mario, Francesca, ha documentato alcune fasi di quanto stava accadendo al marito con un video. Il marito era seguito dal Sert dove pochi giorni prima della morte avevano concluso che non essendoci nel sangue tracce né di eroina né di altre sostanze note “evidentemente soffriva solo di attacchi di panico”. 

Ora è scesa in campo la procura di Torino che ha aperto un’inchiesta per capire dove e come è stata comprata quella sostanza mortale e com’è possibile che al Sert non abbiano riconosciuto ciò che stava accadendo. Riporta ancora La Stampa: l’ultima volta che si è rivolto al Sert è stato per ritirare l’esito degli esami del sangue e delle urine: negativi. “Da quel momento ci siamo sentiti soli, per loro era una questione chiusa”, dice la moglie Francesca al giornale. Mario è morto otto giorni dopo. “Mi auguro - dice ora l’avvocato della famiglia - che la procura vada fino in fondo a questa vicenda, e spero anche che Sert, Serd, Asl e ospedali si aggiornino e soprattutto inizino a lavorare in rete scambiandosi le informazioni necessarie a far fronte a queste nuove droghe”. 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga comprata online: è torinese la prima vittima italiana dell’U47700

TorinoToday è in caricamento