Cronaca

Droga a minorenni davanti le scuole, tre arresti dopo la denuncia di due genitori

Denunciano il figlio tossicodipendente ai carabinieri, i quali avviano un'indagine per scoprire da dove arrivi la marijuana. Dietro c'era una rete di spacciatori, i cui acquirenti erano studenti e ragazzini minorenni

La salute del figlio di 14 anni stava peggiorando e così, prima che si arrivasse ad un punto di non ritorno, hanno preso la situazione in pugno scoprendo che la causa principale del suo malore era il fumo di marijuana in quantità eccessive. I due genitori di Chieri si sono così rivolti ai carabinieri e hanno denunciato una situazione che non era che un granello di sabbia in un deserto legato allo spaccio di droga a ragazzini.

Le indagini dei militari sono partite nel febbraio del 2013. Alla luce del sole è uscito fuori un giro di sostanze stupefacenti che aveva come clienti principali studenti e ragazzi minorenni, i quali diventavano acquirenti davanti alle proprie scuole o nei parchi e nei giardini dove trascorrevano i pomeriggi. Proprio partendo dal ragazzino di 14 anni i carabinieri hanno scoperto quello che c'era dietro: lui stesso era sia acquirente che spacciatore, così da non dover pagare le dosi che comprava e consumava anche in casa.

La rete di spacciatori individuata dai carabinieri era molto attiva tra Chieri e Moncalieri. I clienti ordinavano la droga via sms o al telefono con richieste e riferimenti alla droga espliciti. L’attività antidroga dei militari ha documentato un’intensa attività di spaccio e consumo di hashish e marijuana davanti alle scuole, giardini e luoghi di aggregazioni di studenti minorenni.

Decine le dosi di droga sequestrate durante l'indagine e tredici le persone coinvolte in quella che è stata identificata come una rete organizzata e specializzata nella vendita di droga a minorenni. Tre gli arrestati: si tratta di commercianti 24enne di Nichelino, di un 22enne di Moncalieri e di un 24enne di Carignano. Dieci le persone denunciate, tra cui uno studente di 19 anni di Chieri, considerato il pusher di riferimento di numerosi  studenti minorenni chieresi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga a minorenni davanti le scuole, tre arresti dopo la denuncia di due genitori

TorinoToday è in caricamento