menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il carcere di Torino

Il carcere di Torino

Droga in carcere, neo-detenuto nascondeva dosi di cocaina sotto la lingua

Scoperto dalla polizia penitenziaria. L'Osapp scrive al Dipartimento: "Situazione pericolosa"

Aveva eluso tutti i controlli prima di arrivare in carcere ma, una volta giunto (in arresto per spaccio di droga) nel penitenziario 'Lorusso & Cutugno' di via Aglietta, è stato scoperto dalla polizia penitenziaria.

Il neo-detenuto, un nigeriano, era riuscito a tenere nascoste sotto la lingua una decina di dosi di cocaina.

Il fatto è l'ultimo episodio di una serie che l'Osapp, sindacato autonomo di polizia penitenziaria, ha segnalato al Dipartimento amministrazione penitenziaria e alle altre autorità.

Il segretario generale Leo Beneduci parla di "pericolosa situazione che si sta verificando all’interno di numerosi istituti penitenziari, i cui locali si sono progressivamente trasformate in vere e proprie piazze di spaccio dell’ecstasy, del crack e di altre sostanze di facile approvvigionamento e di difficile individuazione (subtex, anfetamine) nonché di immediata assunzione".

Secondo il sindacalista, "va considerato l’effetto sinergico e negativo della riduzione dei controlli all’interno delle carceri e della 'vigilanza dinamica' attuata all’interno di strutture concepite per restare chiuse e dove il sistema dei controlli sui visitatori viene, di regola, effettuato con strumentazioni spartane e da personale non adeguatamente formato rispetto alle condizioni di rischio indicate. A ciò si aggiunga che il rapporto di proporzione tra poliziotti e detenuti che è spesso di 1/50-100 nei turni serali e notturni e conseguentemente il proporzionale aumento del rischio di aggressioni e prevaricazioni ai danni del personale disarmato (non è dotato neanche di uno spray antiaggressione come quelli in uso alla polizia municipale) che sono tutt’altro che infrequenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento