Sabato, 18 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Corso Belgio

Vanchiglietta: un dossier per mostrare i problemi del quartiere

L'associazione Asevit ha chiesto la riqualificazione dell'ex palazzo della polizia, abbandonato da dieci anni. Ma da Comune e circoscrizione nessuna novità

Nuovo appello da Vanchiglietta. Intere vie e strade abbandonate, sosta selvaggia e piante alte quanto una persona stanno tenendo in ansia un intero quartiere. Senza dimenticare il viavai di ubriaconi e quei palazzi che attendono da anni una riqualificazione. I residenti del quartiere Vanchiglietta hanno scelto la via della protesta pacifica per far sentire la loro voce. In tanti hanno raccolto un corposo dossier di problemi da indirizzare all'amministrazione comunale e alla circoscrizione Sette. Nel mirino ci sono i giardini di corso Farini, una discarica a cielo aperto dove la mancanza di pulizia e l'incuria sono diventate all'ordine del giorno. Di giorno non c'è anima viva mentre di sera sono gli ubriaconi e i tossicodipendenti ad impadronirsi dell'area verde. Di bambini neanche l'ombra.

Tra corso Belgio e corso Regina Margherita, invece, è allarme per la sosta selvaggia. Per questo l'Asevit – l'associazione europea vittime del terrorismo – ha chiesto di riqualificare la piazzola, magari inserendo un monumento proprio in ricordo delle vittime del terrorismo. “Una volta questa era una bellissima zona – racconta il presidente di Asevit Giovanni Berardi -. Ma negli anni qualcosa è cambiato. Abbiamo un polo universitario nuovo di zecca a due passi ma qui, tra corso Belgio e corso Novara, sembra di essere in un altro mondo. E noi non riusciamo a capirne il perchè”.

L'Asevit stessa ha chiesto anche una sede per le sue attività proponendo alla Città l'ex commissariato abbandonato di corso Farini. Un palazzo di proprietà del Demanio che da una decina di anni attende di tornare a nuova vita. Così come il vicino opificio militare. Edifici invasi da piante, gatti e topi e qualche volta anche da indesiderati ospiti notturni. “Più di una volta alcuni disperati hanno tentato di fare accesso nel vecchio palazzo della polizia – continua Berardi -. E come se non bastasse anche i ladri di rame sono attirati da quella struttura. La gente, ora, vive nella paura. Di sera preferiamo non fare uscire i nostri figli e tutto nel timore che possano incontrare qualche delinquente”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vanchiglietta: un dossier per mostrare i problemi del quartiere

TorinoToday è in caricamento