Le dosi di droga nascoste nella mascherina: arrestati due pusher con un solo intervento

Gli agenti assistono alla cessione della droga

 Dopo i calzini, la bocca, i pacchetti di sigarette o delle caramelle, arriva la mascherina (legata all’avambraccio) come nascondiglio scelto dai pusher per custodire le dosi di droga e i soldi. Ieri notte i poliziotti del Commissariato Dora Vanchiglia, in collaborazione con personale in servizio presso la Sala Radio della Questura, sono riusciti a documentare il momento in cui due pusher di nazionalità gambiana di 19 e 25 anni avvicinavano un giovane italiano e gli consegnavano qualcosa dopo avere ricevuto una banconota. Il fatto è avvenuto in via Cesare Balbo angolo Piazza Santa Giulia.

La scena vista dagli agenti: il 19enne estrae dalla mascherina che porta legata all’avambraccio un involucro contenente 2 grammi di marijuana, lo passa al complice 25enne che a sua volta lo dà all’acquirente. Una volta ricevuto il denaro, il pusher lo ripone nella mascherina. 

19enne e 25enne vengono sottoposti a perquisizione e gli operatori trovano, all’interno della mascherina portata al braccio dal 19enne, otto bustine di nylon contenenti 10 grammi di marijuana e la somma in denaro contante di 70 euro. Considerati i precedenti per stupefacenti di cui sono gravati entrambi e le modalità accertate di spaccio in concorso, per i due pusher sono scattate le manette.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piemonte verso la 'zona arancione'. Spostamenti, negozi, scuole: cosa cambia

  • Piemonte in zona arancione da domenica 29 novembre: cosa cambia

  • Piemonte, con indice RT sotto 1, verso la zona arancione. Cirio: “Non è un risultato, ma un passo”

  • Albero di Natale, 10 idee (super trendy) per ricreare l'atmosfera natalizia

  • A Grugliasco si inaugura il nuovo supermercato Lidl: riqualificata l'intera area

  • Nichelino, chiusa la tangenziale a causa di un incidente: morto un uomo

Torna su
TorinoToday è in caricamento