menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
immagine di repertorio

immagine di repertorio

Doppio miracolo natalizio alle Molinette, due pazienti tornano come prima dopo l'ictus

Un uomo di 77 anni e una donna di 66 anni sono stati salvati ed è stata restituita loro anche la parola che avevano perso

Due pazienti colpiti da ictus ischemici gravissimi sono stati salvati in poche ore la sera di sabato 24 all'ospedale Molinette con interventi non invasivi di neuroradiologia interventistica: sono tornati praticamente come prima.

Quello che è ritenuto un doppio miracolo, soprattutto per quanto sono stati ravvicinati gli interventi, hanno avuto come protagonisti, loro malgrado, un uomo di 77 anni di Torino e una donna di 66 anni della provincia di Cuneo.

Nel primo caso il paziente era stato colpito da ischemia cerebrale nel sonno con conseguente paralisi del lato destro del corpo e totale incapacità di parola. Portato all'ospedale Martini, era stato sottoposto a trombolisi endovenosa che tuttavia non era stata sufficiente. Trasferito alle Molinette, è stato sottoposto all'intervento di trombolisi intrarteriosa non invasiva dal dottor Giancarlo Ventilii dell'équipe del professor Mauro Bergui (direttore della neuroradiologia interventistica). L'operazione, con trattamento endovascolare, ha permesso la rimozione dell'embolo-trombo da una grossa arteria intracerebrale. Nelle ore successive il paziente è stato ritrasferito al Martini dopo aver superato la paralisi e aver riacquisito in pochissimo tempo praticamente del tutto la parola.

Anche nel secondo caso la paziente era stata colpita da ischemia cerebrale con conseguente paralisi del lato sinistro del corpo ed alterazione dello stato di coscienza. Portata all'ospedale di Cuneo, anche per lei la trombolisi endovenosa non era bastata e anche in questo caso stessa équipe, stesso intervento e stesso risultato. Ora è ricoverata nella 'stroke-unit' (diretta dal dottor Paolo Cerrato) dopo aver superato la paralisi ed essere tornata come prima. Tra oggi e domani verrà ritrasferita all'ospedale di Cuneo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento