Cronaca Strambino

Donna morta nel lago di Strambino, la procura indaga per omicidio colposo

La morte della 32enne slovacca nella cava artificiale non convince gli inquirenti che hanno aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti. Al momento non ci sono indagati

Colpo di scena sul caso della donna trovata morta il 30 agosto in un lago artificiale a Strambino. La procura di Ivrea ha infatti aperto un fascicolo per omicidio contro ignoti. La 32enne slovacca - Anna Schniererova - potrebbe infatti essere stata uccisa.

L'autopsia aveva accertato che sul corpo della donna non vi fossero segni di violenza e che la morte fosse avvenuta per annegamento ma non perchè si fosse sentita male, come era stato ipotizzato. La donna era stata in compagnia del custode del lago e dopo aver bevuto molto, aveva voluto gettarsi in acqua. Secondo il racconto dell'uomo che disse di averla persa di vista qualche minuto, la giovane sarebbe poi morta annegata, forse a causa di un malore.

Le cose però, a quanto pare, non sono andate in questo modo. "Si tratta di un atto dovuto - ha spiegato il procuratore Giuseppe Ferrando -. Quella morte non ci convince e stiamo facendo con i carabinieri tutta una serie di accertamenti. Per il momento non c'è nessuno indagato, nemmeno il custode della cava che era stato con la ragazza".

Le indagini riguarderebbero anche il mondo delle escort: la ragazza infatti aveva un profilo su un sito per adulti. Nelle prossime ore arriveranno in Italia i genitori della giovane per organizzare i funerali.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donna morta nel lago di Strambino, la procura indaga per omicidio colposo
TorinoToday è in caricamento