Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Incinta, viene dimessa dall'ospedale ma perde la bambina

Il caso risale a quattro anni fa, ma il processo è iniziato solo oggi. La donna era stata ricoverata con forti dolori ma era stata dimessa: solo in un secondo momento i medici si erano accorti che il feto era iposviluppato

Era in dolce attesa, ed era ormai al nono mese: tuttavia, era arrivata al Sant’Anna dolorante e perdendo sangue. I medici che l’avevano visitata avevano detto che non aveva nulla, dimettendola: eppure, dopo poche ore, con un dolore sempre più forte, era tornata, perdendo la bimba che stava aspettando.

Dalle analisi effettuate quando la donna era tornata in ospedale era emerso che il travaglio non era ancora iniziato, ma dopo una ecografia era emerso che il feto era iposviluppato, e che quindi andava effettuato un cesareo. Nonostante ciò, la bimba morì.

L’episodio è avvenuto 4 anni fa, ma il processo ha preso il via solo oggi: imputati sono un medico e un’ostetrica, finiti alla sbarra dopo che la donna incinta aveva sporto querela.

Secondo il perito del tribunale, se fosse stato notato subito l’iposviluppo del feto forse la paziente sarebbe potuta essere seguita in modo diverso. Il medico imputato ha precisato di non aver fatto un’ecografia, valutando la presenza del battico cardiaco. Nella documentazione in suo possesso non era sospettabile nulla: avrebbe affrettato tutto ipotizzando un iposviluppo, ma né lui né nei ricoveri precedenti aveva notato anomalie.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incinta, viene dimessa dall'ospedale ma perde la bambina

TorinoToday è in caricamento