menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Incinta di 9 mesi: i vigili le sequestrano l'auto e la lasciano a piedi

La macchina, di proprietà della madre del compagno era sottoposta a fermo amministrativo ed è stata subito sequestrata. La donna è rimasta sola a 60 chilometri da casa

A piedi sul ciglio della strada, al nono mese di gravidanza, lasciata sola dai vigili che le hanno sequestrato l'auto perchè in fermo amministrativo. La triste disavventura, raccontata a Repubblica.it, è successa a Miriana, 29 anni, residente ad Alice Superiore, vicino ad Ivrea.

La giovane donna si è recata a Torino per una visita di controllo. Tornando verso casa, intorno a mezzogiorno, è stata fermata da alcuni vigili in borghese in largo Giachino. Lì, l'amara scoperta: non soltanto alcuni bolli non erano stati pagati, ma l'auto risultava addirittura in fermo amministrativo e, per questo, andava sequestrata immediatamente.

E pensare che l'auto non è neppure sua, ma della madre del compagno, imprestata occasionalmente per raggiungere l'ospedale del capoluogo piemontese.

Tutto a norma di legge, non vi è alcun dubbio. In casi come questi, il veicolo deve essere sequestrato e portato in deposito non appena viene fermato. I vigili si sono, dunque, attenuti al codice.

Ciò che fa' rimanere attoniti, tuttavia, è il fatto che non abbiano valutato la personale situazione della conducente, a poche settimane dal parto, lasciata sola sotto un sole cocente a sessanta chilometri da casa: "Piangevo sola in mezzo alla strada - racconta Miriana a Repubblica.it - e loro mi hanno detto di prendere un taxi".

Una situazione paradossale, dove il rispetto delle leggi e della burocrazia teorica si scontra con il caso pratico che, almeno questa volta, avrebbe potuto ammettere un po' di clemenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento