Venerdì, 17 Settembre 2021
Cronaca Vanchiglia / Via Antonio Fontanesi

Parroco sottraeva le offerte ai fedeli per investirle in immobili, condannato a due anni

Accusato di aver sottratto le offerte dei fedeli per oltre quindici anni, don Giovanni Ballesio (82 anni) è stato condannato a due anni di reclusione per appropriazione indebita. Il suo avvocato dice: "Oggi vive in completa povertà"

Accusato di aver sottratto le offerte dei fedeli per oltre quindici anni, don Giovanni Ballesio (82 anni) è stato condannato a due anni di reclusione per appropriazione indebita.

La storia nasce dalla parrocchia di Santa Croce di piazza Fontanesi, nel quartiere Vanchiglia. Don Giovanni Ballesio ha svolto per molti anni il suo ruolo, raccogliendo le offerte dei fedeli che, secondo quanto accertato dall'inchiesta del pm Vincenzo Pacileo, avrebbe pian piano messo da parte e reinvestite in operazioni finanziarie, fondi pensione, immobili e in una società poi sciolta.

In particolare il parroco avrebbe raccolto la somma di un milione e mezzo di euro. Soldi utilizzati per acquistare due negozi da oltre un milione in lungo Dora Colletta, per diventare socio di una società creata con un'altra persona, anch'essa condannata a tre anni di reclusione e soldi con cui avrebbe voluto avviare un'attività di bar e self-service.

Quando nell'ottobre 2012 si presentò davanti ai giudici si parlò anche di un trasferimento di denaro cospicuo ad una signora, senza che si fece luce sul motivo del gesto. "Diedi 800 mila euro a una signora che era a terra, il marito l’aveva lasciata. L'ho fatto per beneficenza", furono le uniche parole al riguardo di don Ballesio. Proprio in virtù di questa donazione, l'avvocato ha dichiarato che oggi il suo assistito non ha niente, vive in povertà con solo la sua pensione da parroco.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Parroco sottraeva le offerte ai fedeli per investirle in immobili, condannato a due anni

TorinoToday è in caricamento