Il gigantesco rogo di legna è stato doloso, il magistrato ordina di rimuovere i residui

Spesa milionaria per la proprietà

Un momento del rogo della ex Annovati, a Frossasco

È stato doloso il rogo che ha distrutto una gigantesca catasta di legna a partire dallo scorso 28 marzo 2019 nell'area dell'ex Annovati di via Piscina a Frossasco, rimanendo attivo per oltre una settimana.

È quanto hanno comunicato i vigili del fuoco al pm Gianfranco Colace, che nei giorni scorsi, a fine aprile 2019, ha cambiato il titolo del fascicolo aperto sull'episodio (da incendio colposo a incendio doloso appunto).

Lo stesso magistrato ha scritto alla proprietà dell'azienda, la multinazionale turca Kastamonu, affinché venga rimossa, entro 120 giorni, la discarica a cielo aperto rimasta dopo l'incendio. Si tratta di una spesa di svariati milioni di euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il precedente proprietario era già stato indagato dallo stesso Colace per omissione dolosa di cautele antincendio proprio per avere accumulato tutto quel legname, che poi è andato incenerito, fuori dai capannoni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Consultori: indirizzi e orari a Torino

  • Uccide la madre a coltellate e poi si toglie la vita gettandosi dal nono piano

  • Perde il controllo dello scooter e si schianta: morto in ospedale

  • Torino e provincia, le attività commerciali che fanno consegne a domicilio

  • Il piccolo Riccardo non ce l'ha fatta: è morto 36 giorni dopo il terribile incidente in casa

  • "Intesa Sanpaolo è nuda", gli Extinction Rebellion si spogliano davanti al grattacielo

Torna su
TorinoToday è in caricamento