Domenica, 1 Agosto 2021
Cronaca

Metro, nei distributori solo acqua e fazzoletti: bandita la pausa caffè

Nelle macchinette della metro troveremo solo acqua, qualche snack e dei fazzoletti. Banditi caffè e cappucino per evitare il rischio di sporcare i pavimenti dell'atrio

In metro niente caffè o cappucino. Dalle prime macchinette self-service spuntate in alcune stazioni della metropolitana, non soltanto non si potranno consumare bevande calde, ma non si troveranno neppure tutti i prodotti per la pulizia personale che, inizialmente erano previsti dal contratto con la Argenta, il colosso del settore "vendig" che a febbraio si è aggiudicata la gara per la linea 1 della metro di Torino.

A lasciare le macchinette self-service anche i profilattici, avvistati da alcuni utenti nelle prime macchinette della stazione Massaua, prodotto che, insieme a salviette, assorbenti e deodoranti, compone la maggior parte dei distributori presenti nelle metropolitane di tutto il mondo.

"I distributori arrivano così come si vedono nella stazione Massaua, già pieni - afferma la Gtt - ma quando vengono collegati si riforniscono con il carico reale, bevande, cibi confezionati dolci e salati, fazzoletti, proprio come stabilisce il contratto".

Qui a Torino, infatti, la Argenta posizionerà circa 60 distributori, due o tre per stazione, contenenti solo bevande fredde, acqua e fazzoletti. Il motivo? A quanto pare la pulizia. In Gtt chi si occupa della metro, probabilmente ha ipotizzato scene di bicchierini sporchi e cartacce abbandonati negli angoli dell'atrio ed ha deciso di stilare con la Argenta un contratto che eliminasse in toto il rischio, diciamolo, molto basso. Una tendenza controcorrente se si pensa alle stazioni metropolitane di tutto il mondo dove, non soltanto i distributori automatici sono forniti di tutto, ma esistono anche botteghe e negozi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Metro, nei distributori solo acqua e fazzoletti: bandita la pausa caffè

TorinoToday è in caricamento