Cibi maleodoranti e rietichettati nelle mense dell'Asl To 3

La replica dell'Asl: "Stiamo effettuando i controlli necessari in tutte le aziende ove presente il servizio mensa"

L'ospedale Agnelli di Pinerolo

La situazione nelle mense dell'Asl To 3 è diventata intollerabile. In particolare in quella dell'ospedale Agnelli di Pinerolo. È la denuncia dei dipendenti che in particolare nella fascia serale, ormai da tempo, devono fare i conti con carenze e disservizi.

Rietichettatura di cibi vecchi e avanzati 

Gli operatori lamentano la poca varietà e soprattutto la scarsa appetibilità dei piatti. Nell'occhio del ciclone insalate di tonno servite in vaschette di plastica, risalenti a due giorni prima quindi maleodoranti e rietichettate, con evidente sovrapposizione di cartellino adesivo con nuova data di confezionamento.

Dopo la segnalazione dei lavoratori la Uil Fpl ha denunciato la questione all'azienda che, a sua volta, pare abbia erogato una sanzione pecuniaria alla ditta che ha l'appalto della mensa. In tutta risposta questa avrebbe messo in atto la sua “azione correttiva” abbandonando la pratica di etichettatura delle confezioni delle insalate pronte e confezionate, che in precedenza venivano etichettate. 

La replica dell'Asl 

"La ditta appaltatrice - si legge in una nota dell'Asl To 3 - si è impegnata a risolvere tempestivamente i problemi segnalati e in particolare a mandare una maggiore varietà  di scelta di prodotti freddi non deperibili fino a fine servizio.

Singole problematiche come quella segnalata presso la mensa dell’Ospedale di Pinerolo sono state immediatamente oggetto di contestazione alla ditta da parte dell'Asl che ha altresì effettuato controlli su tutte le sedi aziendali ove sono presenti mense ed ha richiesto, tramite il servizio Igiene Alimenti e Nutrizione, specifiche prescrizioni in merito alle modalità di gestione delle monoporzioni, della fase di etichettatura e delle azioni correttive atte ad evitare il ripetersi delle non conformità evidenziate. La ditta - ha dichiarato l'Asl - ha assicurato un immediato intervento e gli organi di vigilanza dell'Asl  continueranno quotidianamente a vigilare e monitorare la situazione" .

Ogni anno, dalla ditta appaltatrice, vengono distribuiti ben 870.000 pasti di cui 180.000 destinati ai dipendenti presso le 9 mense aziendali dell'Asl To 3. "Stiamo verificando - ha commentato Flavio Boraso, direttore generale dell'Asl To 3 - con la ditta fornitrice la qualità e modalità di preparazione dei cibi somministrati, nonché controllando la correttezza delle procedure adottate e delle indicazioni presenti sui cibi stessi, affinché venga assicurato il puntuale rispetto dei severi capitolati che l’Asl aveva a fatto sottoscrivere alla ditta stessa,  in sede di affidamento del servizio mensa  ”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si lancia dal settimo piano del palazzo: morto

  • Trasporto pubblico locale, in arrivo una giornata di sciopero: possibili disagi

  • Auto si schianta contro un muro: donna morta sul colpo

  • Offerte di lavoro e stage alla Magneti Marelli: le posizioni aperte 

  • Suv si schianta contro un muretto: dopo gli accertamenti scatta il sequestro del veicolo  

  • Incidente di cantiere: autostrada chiusa in un senso, previsione riapertura in 48-72 ore

Torna su
TorinoToday è in caricamento