Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Barriera di Milano / Via Gottardo

Preservativi sull'uscio di casa e colla nei nottolini, i residenti si appellano ai vigili

Da due anni i residenti delle case popolari di via Gottardo convivono con pesanti scherzi, opera di alcuni vicini piuttosto turbolenti. Dall'Atc il consiglio di allertare i civich

Dagli scherzi di cattivo gusto – compreso l’abbandono di preservativi sull’uscio di casa - ai dispetti. Senza alcuna sosta e senza rispetto per il prossimo. Nelle case Atc di via Gottardo il rapporto tra i vicini di casa è diventato, per usare un eufemismo, assai turbolento. In particolare al civico 273 dove alcune famiglie denunciano una convivenza infernale con un nucleo di persone ben preciso e già segnalato già tre anni fa tramite lettera. Ma dopo un intervento del nucleo di prossimità della polizia municipale la situazione è tornata la stessa di prima.

E negli ultimi mesi la cattiveria dei condomini è cresciuta a dismisura. Qualcuno si è trovato la colla dentro il nottolino, non riuscendo più ad infilare le chiavi nella serratura. Altri hanno persino rimosso i tappetini dall’uscio di casa perché diventati un ricettacolo di preservativi usati, escrementi umani e fazzoletti sporchi. Per non parlare delle buche delle lettere dove sono stati inseriti messaggi minatori insieme alle raccomandate.

Dispetti case Atc via Gottardo

La maggior parte degli episodi si sarebbe verificata durante le ore notturne. “Si dovrebbero vergognare – racconta un’anziana, infastidita per la situazione -. Abbiamo le porte rovinate e non riusciamo a farli smettere. Sono incivili e selvaggi”. Sull’argomento è intervenuto anche il capogruppo di Fi della circoscrizione Sei Domenico Garcea, intenzionato a chiedere all’agenzia “un intervento drastico per non discriminare le famiglie oneste della palazzina”.

Un richiamo al buon senso è l’appello che arriva da corso Dante. “Il tentativo di conciliazione è fallito – spiegano da Atc -. Il consiglio è quello di rivolgersi al nucleo di prossimità, richiedendo un secondo intervento”. Lo scorso anno i civich hanno tenuto una serie di lezioni di buon vicinato nei quartieri, riguardanti proprio le controversie di pianerottolo. “Ricordiamo che la legge regionale 3 del 2010, che disciplina l’edilizia sociale, prevede per chi commette gravi violazioni del regolamento di condominio persino la rescissione del contratto e la perdita dell’abitazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Preservativi sull'uscio di casa e colla nei nottolini, i residenti si appellano ai vigili

TorinoToday è in caricamento