Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Piemonte, Ires: a fine 2015 la disoccupazione scende al 9,5%

Meglio in rapporto alle altre regioni del Nord Italia. La media dell'anno è al 10,2% rispetto all'11,3% del 2014

Migliora la situazione occupazionale in Piemonte. Lo rileva il rapporto annuale dell'Ires, l'istituto di ricerca regionale, specificando che il tasso di disoccupazione è sceso nel 2015 al 10,2% rispetto all'11,3% del 2014. A contribuire positivamente l'aumento di 26mila occupati e la diminuzione di 21mila disoccupati con un tasso di occupazione che sale di 1,4 punti al 68,1% nella fascia 20-64 anni.

Complessivamente l'Ires conferma, dopo i recenti dati di Bankitalia, la ripresa, che per ora si manifesta lentamente, +0,75% rispetto a una media nazionale dello 0,8%, ma che potrebbe diventare più sostenuta nel prossimo biennio malgrado un quadro ancora instabile.

La ripresa, specifica l'Istat è stata soprattutto sostenuta dalla domanda interna per i consumi, ma su questo fronte, con salari sostanzialmente fermi, e la progressiva erosione della propensione al risparmio, pressoché dimezzata rispetto al 2000, non ha grandi margini di crescita.

Tornando al lavoro sono soprattutto gli ultimi tre mesi dell'anno ad amplificare le tendenze positive, con più 34mila occupati e meno 51mila persone in cerca di lavoro, con un livello di disoccupazione che torna finalmente sotto le due cifre, al 9,5%.

E' da registrare che la performance occupazionale del Piemonte è la migliore tra tutte le regioni del Nord (+1,5% contro una media ferma allo 0,4%).
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piemonte, Ires: a fine 2015 la disoccupazione scende al 9,5%

TorinoToday è in caricamento