Perde il lavoro e tenta il suicidio aprendo il gas, i carabinieri salvano un uomo

Il caso a Villareggia dove un 41enne è stato soccorso da 118 e militari. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza l'abitazione

Immagine di repertorio

Un disoccupato di 41 anni, residente a Villareggia, ha tentato il suicidio dopo aver aperto il rubinetto del gas.

Il fatto è avvenuto nella notte tra domenica 9 e lunedì 10 luglio nell’abitazione dove l’uomo viveva da solo.

A dare la segnalazione è stato un vicino di casa, allarmato da uno strano odore di gas. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile di Chivasso che hanno sfondato la porto d'ingresso dell’alloggio. Trovando il 41enne a terra, vicino alla morte.

A casa del disoccupato è sopraggiunta anche un’ambulanza che ha prestato i primi soccorsi. Successivamente l’uomo è stato trasportato all'ospedale di Chivasso in condizioni gravi. Ma non in pericolo di vita.

Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco, che hanno messo in sicurezza l'abitazione. L’uomo, dopo aver perso il lavoro, non era più riuscito a racimolare i soldi per le bollette. Da qui la decisione di allacciarsi abusivamente al contatore del vicino. I carabinieri, per questo motivo, lo hanno denunciato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Matrimonio da favola per Cristina Chiabotto e Marco Roscio: la festa alla Reggia

  • Mancano le autorizzazioni per vendere: chiusa la panetteria del centro commerciale

  • Il Comune di Torino assume: 238 nuovi dipendenti entro la primavera 2020

  • Ragazzo di 18 anni si butta dal quarto piano, è gravissimo

  • Trovato cadavere in casa, accertamenti in corso

  • Addio a Giuseppe, il papà con la passione della auto storiche, e alla figlia Nicole

Torna su
TorinoToday è in caricamento