menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gradenigo, Chiamparino accelera: futuro certo dopo discussione in Consiglio

Il disegno di legge presentato lo scorso gennaio mira a riconoscere all’ospedale Gradenigo di Torino la possibilità di continuare a operare come presidio sanitario anche senza il presupposto di dipendere da un'istituzione non avente fini di lucro

Il dilemma sul futuro dell'ospedale Gradenigo potrebbe presto giungere a una soluzione. E' quanto chiesto formalmente dal governatore Sergio Chiamparino che, rivolgendosi direttamente al presidente del Consiglio regionale Mauro Laus, ha ribadito la necessità che il disegno di legge relativo venga discusso in assemblea il prima possibile. Tale provvedimento mira a riconoscere all’ospedale Gradenigo di Torino la possibilità di continuare a operare come presidio sanitario anche senza il presupposto di dipendere da un'istituzione non avente fini di lucro, cosa che non potrebbe invece fare con l'attuale legge regionale vigente.

Sul futuro dell'ospedale di corso Regina Margherita si discute da tempo e da tempo il Movimento Cinque Stelle continua a ribadire la sua contrarietà al fatto che il presidio sanitario gestito dalla Confraternita delle suore passi al gruppo privato Humanitas, compreso quindi il pronto soccorso, convenzionato con il servizio sanitario.

Sul critico passaggio del Gradenigo a una società privata si è esposto, peraltro, anche il ministero della Salute, avvalorando la tesi che "ove un ente ecclesiastico, titolare di una struttura ospedaliera già riconosciuta ed equiparata a un presidio della Asl di riferimento, intenda conferire tale struttura ad una Srl, ciò non implica necessariamente, in base alla disciplina nazionale, il venir meno del predetto riconoscimento e della predetta equiparazione, purchè permangano tutti i requisiti previsti a tal fine dalla richiamata normativa".

Il Movimento Cinque Stelle, tuttavia, non modera i toni, valutando il disegno di legge presentato a gennaio una normativa costruita sulla base degli investimenti finanziari elargiti dal privato, in questo caso Humanitas. Il testo normativo è comunque destinato ad essere discusso e, con molta probabilità approvato da tutta la maggioranza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento