menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Murales: opere d'arte o semplici scarabocchi? I torinesi si dividono

Accorgendoci della sempre più ingente quantità di murales nelle nostre vie di casa, ci siamo chiesti quanto questo fenomeno sia approvato dai cittadini. Ci avete risposto a pari merito, fra chi ama e chi odia l'arte di strada

Murales: opere d'arte o semplici scarabocchi? I pareri si spalmano lungo un percorso che se da una parte vede incalliti sostenitori di questa nuovissima arte di strada, dall'altra, a pari merito, raccoglie altresì tanti dubbi. Complice il degrado che imbratta le vie della nostra Città, sempre più invasa da rifiuti e sporcizie, l'associazione tra questo e la presenza di graffiti sulle facciate di abitazioni e non pare comprensibile. Eppure stiamo parlando di una Città che ospita una delle maggiori concentrazioni di "street artist".

Partendo dal presupposto che è illecito dipingere le proprie idee sulle facciate di monumenti storici, molti nostri lettori si sono detti favorevoli ai murales, perchè nel grigiore di una città spesso invasa da smog e nebbia, una nota di colore non fa di certo male. Anche perchè alcuni, sono davvero bellissimi e Torino, di quelli belli, ne ospita parecchi. Va da sé che, come dice qualcuno, punti interrogativi, scritte caotiche e prive di significato non rappresentano di certo un'opera d'arte.

(L'articolo prosegue dopo la galleria fotografica)

Ma a puntare il dito contro i murales, anche quelli di un certo prestigio, sono in tanti. Noia, mancanza di prospettive e di lavoro: sarebbero questi i motivi, secondo alcuni, che spingerebbero gli "street artist" a dedicare il loro tempo a questa attività, vista non come una forma d'arte, ma addirittura come una mancanza di rispetto nei confronti dei proprietari delle abitazioni, un giorno costretti a ripulire il tutto.

Eppure il fenomeno della "street art" è ampiamente disciplinato e prevede delle autorizzazioni da rilasciare ai privati nel caso vogliano decorare una facciata attraverso l'utilizzo dei murales. La Commissione dedicata all'Arte Pubblica da una parte è pronta a dare spazio a nuove iniziative culturali, attraverso la conoscenza di forme d'arte innovative, pure e dettate, nella maggior parte dei casi da una forte creatività; dall'altra è consapevole che queste iniziative, diciamolo, a costi ridottissimi, sono in grado di combattere, se controllate, il degrado cittadino.

Noi abbiamo raccolto le foto dei nostri lettori raffiguranti i murales che colorano o deturpano (è da decidere) la nostra Città. A voi il compito di giudicare il più bello.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TorinoToday è in caricamento