rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Barca / Lungo Stura Lazio

Rifiuti a picco sullo Stura, l'immondizia delle sponde inquina le acque

Emergenza campi rom

Nonostante lo sgombero del campo nomadi i rifiuti lungo le sponde dello Stura continuano ad essere un problema senza soluzione.

Basta transitare nei pressi delll’ex favelas nei pressi del ponte di strada Settimo, per notare i cumuli ormai a ridosso delle acque.

Se in via Germagnano risulta oggi difficile accedere alle sponde, soprattutto per via del campo abusivo e dei “controlli” all’ingresso degli zingari, la stessa cosa non succede qualche isolato più avanti.

In lungo Stura Lazio la cartolina costruita con una pista ciclabile e un muro di new jersey nasconde ben altro. Una volta superati gli orti si arriva sulla sponda sinistra dove sarà facile notare una montagna di immondizia ormai in procinto di cadere nel fiume.

La corrente con tutto il suo impeto ha già portato via molti dei rifiuti prodotti dai nomadi dei due campi. Il rischio è che l’emergenza lungo Stura non sia ancora finita è reale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti a picco sullo Stura, l'immondizia delle sponde inquina le acque

TorinoToday è in caricamento