Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca

Non ci sono abbastanza macchinisti, Gtt sostituirà i treni con i bus

Il servizio riprenderà regolarmente alla riapertura delle scuole a settembre, quando Gtt potrà disporre del nuovo personale

Immagine di repertorio

Le ferrovie tra Pont e Rivarolo e tra Germagnano e Ceres chiudono in anticipo. E da lunedì 22 maggio saranno gestite con i bus.

Continuano a tenere banco i disservizi della linea ferroviaria Sfm1. Dopo la soppressione di ben dieci treni, e ritardi, è stata convocata una riunione alla presenza dell’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte, Francesco Balocco, con i comuni interessati dalla tratta, Gtt e l’Agenzia della Mobilità Piemontese.

In particolare a partire da settembre 2016, in seguito all’incidente ferroviario avvenuto in Puglia lo scorso luglio, l’Ansf ha imposto alle linee non gestite da Rfi, ma connesse alla rete nazionale, alcune disposizioni atte ad aumentare il livello di sicurezza. Nello specifico la necessità del doppio macchinista e la limitazione a 70km/h della velocità di marcia del treno.

Tali disposizioni, su una tratta a binario unico come la Sfm1, hanno causato un aumento del fabbisogno di personale ed una maggior sensibilità dell’esercizio ad eventuali perturbazioni, Questo ha prodotto un peggioramento delle performance e la necessità di assumere nuovo personale che però sta effettuando la necessaria formazione e non è ancora utilizzabile in servizio.

Da qui la decisione di gestire la linea canavesana e quella delle valli di Lanzo con gli autobus, in anticipo rispetto al normale periodo di sospensione che coincide con le vacanze scolastiche. Il servizio riprenderà regolarmente alla riapertura delle scuole a settembre, quando Gtt potrà disporre del nuovo personale. 

E’ stato inoltre istituito un tavolo periodico per fare il punto della situazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non ci sono abbastanza macchinisti, Gtt sostituirà i treni con i bus

TorinoToday è in caricamento