Diritti umani: "Ancora molta strada da percorrere"

Una iniziativa permanente per promuovere e divulgare i Diritti Umani quale fondamentale strumento per superare le barriere culturali e sociali. Conoscendo e utilizzando i contenuti della Dichiarazione Universale ogni cittadino può svolgere una funzione determinante nell'evitare conflitti tra individui e comunità e contribuire alla pace.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TorinoToday

Il terzo lunedì di gennaio di ogni anno gli Stati Uniti celebrano Martin Luther King Jr con una giornata commemorativa.

La sezione torinese di Gioventù per i Diritti Umani si unisce a questa commemorazione riconoscendo che grazie a figure dello spessore di Martin Luther King, Nelson Mandela e altri, i diritti universali hanno fatto grandi passi avanti nel corso della storia.

Tuttavia resta molta strada da percorrere e per dirla con le parole di un altro grande umanitario come L. Ron Hubbard, "i diritti umani devono essere resi una realtà, non un sogno idealistico".

Queste personalità hanno speso le loro esistenze per tutelare l'umanità da chi cerca di trarre profitto dalla sopraffazione degli altri. Gioventù per i Diritti Umani ha assunto il compito di divulgare documenti informativi realizzati per far conoscere a chiunque il testo della Dichiarazione Universale, la sua storia e i 30 articoli che la compongono.

Con la convinzione che grazie ad una ampia e divulgata conoscenza dei contenuti della Dichiarazione Universale i Diritti Umani potranno un giorno essere rispettati in tutto il mondo, la sezione locale di Gioventù per i Diritti Umani si rende disponibile ad organizzare incontri, manifestazioni e attività formative a favore di scuole, associazioni culturali, enti interessati alla tutela di persone in difficoltà.

Torna su
TorinoToday è in caricamento