Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Nessun avvocato per i No Tav detenuti per gli scontri del 2011

I manifestanti detenuti hanno deciso di fare a meno degli avvocati nel processo che li vede imputati per gli scontri dell'estate del 2011 in Valsusa. "Sentiamo di non doverci difendere da niente e da nessuno"

I tre attivisti No Tav ancora detenuti in carcere hanno deciso di affrontare il processo senza avvalersi degli avvocati. Lo hanno fatto sapere diffondendo un documento su internet. Il provvedimento per i tre era stato preso in seguito alla la maxi inchiesta sugli scontri in Valsusa nell'estate del 2011.


I tre considerano "l'apparato giuridico un teatrino" e dicono di rinunciare ai legali "perché sentiamo di non doverci difendere da niente e da nessuno, perché vogliamo attaccare lo stato e la società con il suo monopolio della violenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nessun avvocato per i No Tav detenuti per gli scontri del 2011

TorinoToday è in caricamento