Cronaca

Si spacciava per agente dei servizi segreti albanesi: denunciato trentenne

Agli agenti ha esibito un tesserino falso, apparentemente rilasciato dal Centro Studi contro il terrorismo e la criminalità organizzata albanese. Il trentenne, già pregiudicato, è stato denunciato

Si spacciava come agente dei servizi segreti albanesi in missione sul territorio italiano al fine di monitorare l'attività delinquenziale dei cittadini albanesi nel nostro Paese.

X.M. è stato fermato nella giornata del 5 maggio dagli agenti del Commisariato di San Donato, durante un controllo preventivo, in un bar/sala giochi di via Ghemme. Il reo, trentenne albanese, irregolare sul territorio nazionale, aveva cercato di farla franca esibendo agli agenti un tesserino di riconoscimento, apparentemente rilasciato dal Centro Studi contro il terrorismo e la criminalità organizzata albanese. In dubbio sulla verosimiltà delle sue dichiarazioni, gli agenti hanno accompagnato l'uomo in Questura e grazie ad alcuni controlli hanno potuto risalire alla sua vera identità.

L'uomo, che era già stato espulso dal territorio italiano, e gravato, inoltre, da numerosissimi e gravi pregiudizi di Polizia, è stato denunciato in stato di libertà per millantato credito, usurpazione di titoli e uso di atto falso e tradotto presso il locale CIE in attesa di un nuovo rimpatrio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si spacciava per agente dei servizi segreti albanesi: denunciato trentenne

TorinoToday è in caricamento