Aggressione razzista vicino alla stazione: minorenne individuato e denunciato

Gli altri sono estranei ai fatti

I carabinieri davanti alla stazione ferroviaria di Avigliana, dove è avvenuta l'aggressione

Un 17enne italiano residente ad Avigliana è stato denunciato per l'aggressione a sfondo razziale avvenuta lo scorso lunedì 17 dicembre 2018 davanti al Caffé Stazione della cittadina dei laghi, che aveva avuto come vittima Papa Bassirou Tine, un 20enne calciatore senegalese residente ad Almese. Era stato lui a denunciare pubblicamente quanto gli era accaduto.

Le indagini dei carabinieri della stazione cittadina, che sono durate meno di una settimana, hanno permesso di identificare un gruppetto di cinque ragazzi. Solo uno di loro, secondo i filmati delle telecamere, è risultato però responsabile del reato di lesioni dolose aggravate dall'odio razziale. Oltre a colpire Tine con un bicchiere, era anche andato a prendere un coltello all'interno del bar, ma era stato fermato dai compari prima che potesse fare di peggio.

Il denunciato sostiene di essere stato lui a essere aggredito dal calciatore (e per questo lo ha querelato) e che gli insulti razzisti non erano diretti a lui, ma si trattava di un gioco tra il gruppo di amici.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tifosa non passa inosservata, ripresa dalle telecamere allo Stadium: ora ha migliaia di followers

  • Scontro auto-ambulanza all'incrocio: sei persone rimaste ferite

  • Arriva l'inverno: prima neve in città e brusco calo delle temperature

  • Auto si scontra col cinghiale che attraversa la strada, poi si ribalta nel fosso: terrore per due ragazzi

  • Tenta di uccidere il figlioletto di un anno con le pastiglie nel biberon, poi si taglia le vene

  • Viaggia sull'auto modificata: multa di 640 euro, veicolo sospeso dalla circolazione

Torna su
TorinoToday è in caricamento