Oltre 200 giovani al rave party di Ferragosto, in 70 rischiano la denuncia

Non è la prima volta che in zona vengono organizzate feste analoghe: già lo scorso anno alcuni rave party nelle campagne di Rivarolo e Leinì avevano portato alla denuncia di oltre 500 persone

Sono circa 70 i ragazzi che, dopo aver partecipato al rave party improvvisato all'interno della cascina Musina di San Benigno Canavese, rischiano una denuncia per occupazione abusiva. 

L'evento musicale si è verificato tra il 15 e il 16 agosto ed è stato organizzato in un cascinale ormai abbandonato da anni: a parteciparvi circa 200 giovani arrivati da tutte le parti del Nord Italia. Il rave party è stato tenuto sotto controllo dai carabinieri di Chivasso che hanno impedito l'accesso in cascina di altri 100 giovani.

Nel caso il proprietario dei terreni e della cascina dovesse sporgere querela sono oltre 70 le persone identificate dai militari che rischiano una denuncia per occupazione abusiva. I controlli effettuati dai carabinieri, peraltro, hanno portato alla segnalazione alla prefettura di un giovane lombardo per il possesso di alcuni grammi di hashish.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è la prima volta che in zona vengono organizzate feste analoghe: già lo scorso anno alcuni rave party nelle campagne di Rivarolo e Leinì avevano portato alla denuncia di oltre 500 persone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: quali sono i sintomi, come si trasmette e come proteggersi

  • La corsa al mare dei turisti torinesi finisce col litigio con i vicini, poi sono costretti a tornare a casa

  • Scontro tra moto e auto all'incrocio: militare dell'esercito morto sul colpo

  • Allarme all'ora di pranzo: auto dei carabinieri finisce contro un negozio

  • Trovato il cadavere Vincenzo (per tutti Franco) in riva al fiume: probabile suicidio

  • Quarantena e fai da te: come tagliarsi (da sole/i) i capelli a casa

Torna su
TorinoToday è in caricamento