Cronaca Orbassano

Ippica: famiglia evade tasse sulle vincite dei propri cavalli, denunciati

Una famiglia di proprietari di cavalli da corsa nascondeva i premi al fisco dal 2006. Per facilitare l'operazione, avevano cancellato la partita Iva. Scoperti dalla Guardia di Finanza

 

Scoperta dal Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Torino una famiglia di proprietari di cavalli da corsa che, dal 2006, ha sottratto alla tassazione i premi delle vincite. Padre, madre e i due figli, che negli anni hanno gestito 34 cavalli e operavano abitualmente all'ippodromo di Vinovo, secondo le Fiamme Gialle avrebbero sottratto al fisco un importo complessivo pari ad oltre mezzo milione di euro. Si tratta del denaro ricavato dai premi intascati partecipando a varie gare nazionali.
 
Per non destare sospetti negli agenti del Fisco, avevano cancellato da tempo la partita IVA pur proseguendo la gestione delle attività ippiche. Ma lo stratagemma formale non è sfuggito ai finanzieri del Gruppo di Orbassano, che nel corso della verifica fiscale hanno raccolto elementi per dimostrare che ciascun componente della famiglia ha ricoperto e ricopre tuttora un ruolo ben definito nell'attività imprenditoriale ippica, che va dall'allenatore di cavalli (il padre), al fantino (il figlio) e all'allevatore (madre e figlia).
 
(fonte ANSA)
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ippica: famiglia evade tasse sulle vincite dei propri cavalli, denunciati

TorinoToday è in caricamento