Chiomonte, razzi e bombe carta contro le forze dell’ordine: 40 denunciati

Tra loro anche il capo di Askatasuna

Sono in tutto una quarantina gli antagonisti che verranno denunciati dalla questura di Torino. Ieri sera, venerdì 7 settembre, nei pressi del cantiere di Chiomonte, 80 manifestanti, approfittando dell’oscurità, hanno inscenato una protesta in luogo non consentito allo scopo di superare le barriere appositamente predisposte, dando fuoco a materiale infiammabile. Per alcuni minuti inoltre, hanno lanciato verso le forze dell’ordine presenti sul posto e in prossimità delle barriere stesse, oggetti contundenti, artifizi pirotecnici, razzi e bombe carta. Ma agenti della polizia e carabinieri impiegati nell'ambito del servizio, per disperdere i facinorosi, hanno fatto efficacemente ricorso all'uso dell'idranti e al lancio di alcuni lacrimogeni.

Degli 80 che hanno partecipato alla manifestazione, tutti appartenenti all'area antagonista e provenienti, oltre che da Torino, da diverse parti d'Italia, 40 manifestanti sono stati identificati dalla Digos e verranno deferiti per diversi reati: accensione pericolosa, lancio di artifizi pirotecnici ed esplodenti, danneggiamento nonchè per inosservanza dei provvedimenti dell'Autorità. Tra loro anche il capo di Askatasuna più volte denunciato per reati analoghi e colpito da avviso del Questore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sparisce nel nulla dopo avere ricevuto la lettera di licenziamento: viene ritrovato morto impiccato

  • Tragedia familiare, disabile uccisa a martellate dalla madre

  • Tamponamento fra due tram (uno era fuori servizio): 14 feriti in ospedale

  • Sciopero di 24 ore del trasporto pubblico locale: a rischio i mezzi GTT

  • Banda di ladri senza pietà: uccidono a pietrate il cane che li aveva sorpresi

  • Ogni giorno portava la sua fidanzata lungo la provinciale per farla prostituire: arrestato

Torna su
TorinoToday è in caricamento