Cronaca

Clonavano bancomat in tutta Italia, a Torino la base operativa: 14 denunce

Clonavano bancomat in quasi tutta Italia, ma la loro base operativa era Torino. I 14 romeni sono stati denunciati dai carabinieri della compagnia di Lucca

Un milione di euro all'anno: era questo il bottino che la gang dei bancomat,  un gruppo di 14 romeni, riusciva a racimolare in quasi tutta l'Italia del Nord e del Centro. Con la base operativa a Torino, clonava bancomat anche in Lombardia, Liguria, Veneto, Emilia Romagna, Lazio, Abruzzo e Marche. Un vero business che aveva il suo centro operativo a Torino e che agiva indisturbata derubando ingenti quantità di denaro: 50mila euro al mese.

La clonazione della carta avveniva posizionando una microcamera dotata di un software speciale sugli sportelli automatici che era in grado di copiare i vari codici: i poveri cittadini che si recavano per prelevare non si rendevano conto di essere spiati e dopo poco si vedevano il conto prosciugarsi velocemente. La banda dei romeni denunciati, con quei soldi, faceva spese pazze: telefoni cellulari, tablet, computer e tanti altri oggetti facili da rivendere sulle aste online. Solo che hanno fatto un errore: i soldi delle truffe sono stati utilizzati anche per ricaricare alcune carte prepagate intestate ai capi dell'organizzazione. Grazie a questa distrazione, i carabinieri della compagnia di Lucca hanno potuto individuare i responsabili.

Difficile, invece, individuare le vittime: al momento sono 69 le persone che si sono trovate il conto corrente prosciugato, ma si teme possano essere molti di più. La banda denunciata era composta da 14 romeni, tutti di età compresa fra i 23 ed i 46 anni e tutti residenti a Torino. Le indagini svolte dalla Procura del capoluogo piemontese hanno permesso di accertare maggiormente i vari sospetti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clonavano bancomat in tutta Italia, a Torino la base operativa: 14 denunce

TorinoToday è in caricamento