rotate-mobile
Venerdì, 3 Dicembre 2021
Cronaca Centro

"Sono stata violentata dal figlio del professore". In realtà è un suo assistente, indagini in corso

La giovane era ubriaca

I carabinieri e la procura di Torino stanno indagando su un caso di presunto stupro che sarebbe avvenuto in un appartamento del centro città la sera dello scorso 30 agosto 2019.

A sporgere querela, due giorni fa, martedì 10 settembre, è stata la presunta vittima, una ragazza italiana assistita dall'avvocato Deborah Abate Zaro.

Dice di essere finita nella casa di un ex professore universitario, di cui l'uomo, un 36enne gemmologo, è assistente. Qui sarebbe stata stuprata. Scesa in strada, aveva poi raccontato tutto al fidanzato che l'aveva accompagnata in ospedale. Qui erano stati chiamati i carabinieri.

Lei ha presentato denuncia credendo che si trattasse del figlio del professore, perché lui così si era presentato e perché l'episodio sarebbe avvenuto nella sua casa. Prima di arrivarci, lei aveva bevuto molti alcolici.

Il fascicolo è al vaglio del procuratore aggiunto Dionigi Tibone, capo del pool fasce deboli della procura. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sono stata violentata dal figlio del professore". In realtà è un suo assistente, indagini in corso

TorinoToday è in caricamento