Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Borgo Vittoria / Corso Venezia

Il passante diventa casa per disperati, il Comune abbatte il gabbiotto degli operai

Da nove mesi nessuno si occupava del cantiere, le ruspe hanno così sgomberato l'ex ritrovo dei tossici

Era diventato il luogo di ritrovo per tossici e disperati, all'insaputa di tutti. Meno che dei residenti del quartiere che quel via vai lo conoscevano molto bene. L'ex gabbiotto degli operai, sito nel passante ferroviario tra corso Venezia e via Valprato, non funzionava più come cantiere ma come casa per clochard.

Quello che gli operai della Città hanno trovato all'interno del rudere ha lasciato senz'altro pochi dubbi. Dai materassi ai cartoni passando per decine di bottiglie e persino alcune siringhe, segno che i tossicodipendenti avevano cominciato a prenderlo in "affitto".

Gli operai, con l'ausilio delle ruspe, hanno demolito quel piccolo hotel degli orrori, fino a giovedì scorso ritrovo nel quartiere per chiunque avesse la necessità di farsi una dose lontano da occhi indiscreti. O per chiunque necessitasse di un dormitorio.

La narcosala di Barriera di Milano è stata smantellata, pezzo dopo pezzo. "Non sapevamo di questo problema" dichiara la presidente della circoscrizione Sei Nadia Conticelli. Per i lavori veri e propri, però, ci sarà da attendere. Il quinto lotto - la copertura fra piazza Baldissera e corso Grosseto - verrà realizzato con i risparmi ottenuti dai lotti precedenti. Entro la fine del 2017.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il passante diventa casa per disperati, il Comune abbatte il gabbiotto degli operai

TorinoToday è in caricamento