Cronaca Falchera / Via Toce

Ladri e disperati padroni della stazione Stura: ecco le foto del degrado

I cittadini di passaggio hanno immortalato tutto ciò che non funziona nei pressi della stazione. A cominciare dalle pulsantiere e dagli ascensori rotti

Piastrelle e pulsantiere rotte, display non funzionanti e ascensori fuori servizio. Sono queste le attuali condizioni della stazione Stura, presa di mira persino da ladri e vandali. A denunciare il degrado sono alcuni cittadini di passaggio che hanno deciso di immortalare tutti i problemi di una stazione che fatica ad alzare la testa. Dopo sei anni di lavori si contano ancora tante situazioni al limite dell’assurdo. I disperati, infatti, hanno preso possesso della stazione.

E’ sufficiente addentrarsi a qualunque ora del giorno e della notte per incontrare persone che chiedono l’elemosina o che cercano un posto per bucarsi lontano da occhi indiscreti. Un fenomeno che sta tenendo lontani soprattutto le donne e i più anziani. Ma anche i furti stanno cominciando a diventare una pericolosissima costante. Difficile trovare un ascensore che funziona. Colpa – almeno in parte – della scomparsa delle pulsantiere. ”La maggior parte sono fuori uso, completamente inutilizzabili per i portatori di handicap” racconta un uomo di passaggio.

Capitolo lavori in corso. L’accesso che porta in via Toce è ancora un miraggio. L’ingresso era stato murato anni fa a causa del continuo via vai dei tossici che avevano finito per trasformare la scalinata in una narcosala. “Peccato che ancora oggi risulti impossibile da usare – continua Maria, una signora che ci mostra come sono ridotte le scale del passaggio -. Le transenne sono qui da tempo immemore e qualcuno ha pure lasciato un carrello della spesa”.

Tutti particolari che i cittadini sembrano aver notato se è vero che facendo un giro per la stazione si contano pochissime persone in attesa dei treni. Situazione identica, o quasi, a tre anni fa quando la Regione Piemonte si recò a Falchera insieme alla circoscrizione Sei per fare il punto della situazione sui lavori in corso. L’unica buona notizia, ora come ora, è la riapertura del vecchio sottopasso allagato e la pulizia dello stesso dalle blatte e dalle siringhe. Secondo i più ottimisti i lavori finiranno al termine di quest’anno o entro l’inizio del 2014.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladri e disperati padroni della stazione Stura: ecco le foto del degrado

TorinoToday è in caricamento