Degrado sotto le porte palatine. E i cittadini chiedono pulizia

A due passi dal centro della città si nasconde un mondo nuovo. Barboni che dormono sotto le arcate e tossici che si bucano tra i carretti. Troppo secondo l'osservatorio Pdl su sicurezza e degrado

Canali invasi da rifiuti di ogni tipo e arcate trasformate in rifugio per disperati e senzatetto. E poi siringhe, escrementi e odori nauseabondi. Le Porte Palatine giacciono in evidenti condizioni di degrado e abbandono. Basta addentrarsi a piedi tra corso Regina Margherita, piazza Cesare Augusto e via XX Settembre per rendersi conto della situazione. Vicino al nuovo parco archeologico, ridisegnato solo sei anni fa in occasione della ventesima edizione dei giochi olimpici invernali, sono sorti alcuni mini-appartamenti di fortuna. Dentro si trovano un paio di barboni che hanno deciso di trovare casa all'aperto proprio a due passi da piazza Castello e da via Garibaldi.

Le coperte e i piumoni servono per ripararsi dal freddo della notte, i cartoni per appoggiare la schiena e non esporla al’umidità. Di giorno chiedono l'elemosina ai semafori o ai mercati mentre la sera non si muovono mai da quelle arcate tanto amate dai turisti. Tutto intorno uno spettacolo piuttosto deprimente. Dai rifiuti passando per gli avanzi di cibo, bottiglie di birra o lattine ormai vuote e poco altro. “Le valigie sono sempre al loro posto. Così come le coperte - racconta un residente -. Ma ci vuole davvero coraggio per avvicinarsi a quel tugurio”. E non finisce qui.

Nella parte antistante corso Regina Margherita, nei pressi del bastione destinato ad ospitare nottetempo i carretti del vicino mercato di Porta Palazzo, ci si può imbattere abbastanza facilmente in qualche tossico. Dopo aver comprato la droga in piazza della Repubblica gli zombie vanno a nascondersi tra i carretti, tra le opere murarie e i filari di alberi, e lì consumano la loro dose giornaliera lontano da occhi indiscreti. Le siringhe, i fazzoletti e gli involucri gettati tra il prato e il marciapiede rappresentano qualcosa in più di una semplice prova. Come hanno potuto notare con i loro occhi anche i cittadini.

Un problema segnalato da più cittadini all'osservatorio del Pdl sulla sicurezza e il degrado. “Siamo a due passi dal centro eppure abbiamo a che fare con barboni e disperati – denuncia la responsabile Patrizia Alessi -. Da quel sottopasso arriva un forte odore di urina che si mischia alla puzza dei rifiuti scaduti. Una mancanza di igiene che non deve essere sottovalutata”.

 

 

 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cadavere scaricato da un'auto su una panchina: si tratta di un latitante condannato per rapina

  • Scontro frontale sul rettilineo: auto distrutte, morti entrambi i conducenti

  • L'ex miss Italia e madrina di Torino 2006 investita: necessario intervento al naso

  • Colto da malore, si accascia a terra mentre sta camminando: morto

  • Automobilisti attenti: a mezzanotte entrano in servizio i semafori anti-passaggio col rosso

  • In tribuna allo Stadium, occhiali rotti e ferita allo zigomo per una pallonata

Torna su
TorinoToday è in caricamento