Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Filadelfia / Piazza Galimberti Tancredi

Finita Paratissima, al Moi rimane il degrado. Rifiuti e abbandono regnano sovrani

Paratissima, organizzata presso l'ex Moi di piazza Galimberti, non ha migliorato la situazione di abbandono del complesso, di nuovo ostaggio di vandali e rifiuti

Paratissima è finita da un mese. E l’ex Moi, che ha accolto la grande rassegna dell’arte contemporanea, continua a cadere a pezzi. Anzi, se possibile, è tutto peggio di prima. I vandalismi degli anni passati non solo non sono stati cancellati, ma anzi godono dell’aggiunta di rifiuti abbandonati sotto le arcate lasciate, forse, le fasi di pulizia del complesso.

Non che il degrado sia una novità, per gli ex mercati ortofrutticoli all’ingrosso di piazza Galimberti. Una struttura che divenne centro delle Olimpiadi Invernali, e che adesso è abbandonata miseramente ai vandali. Scritte di ogni sorta sui muri, ascensori il più delle volte guasti o danneggiati, rifiuti abbandonati negli angoli bui. Tra il ciarpame, anche pezzi di vecchie cucine, dimenticate addirittura dal 2006, quando erano usate per la mensa degli atleti: “La loro presenza rappresenta l’ennesimo spreco della gestione post olimpica – commenta il consigliere della Nove Alessandro Lupi (Pdl), che ha presentato recentemente un ordine del giorno – vorremmo che fossero rimosse, e impiegate per attività utili, assegnandole alla Circoscrizione”.

E poi ci sono altri rifiuti. A fare un rapido inventario, si direbbe roba lasciata lì dal dopo-Paratissima, ma potrebbero benissimo essere stati scaricati dai soliti furbetti, che hanno sempre usato le arcate abbandonate come discarica per i propri rifiuti. Solo che, in quei casi, la spazzatura non si trovava dentro le cancellate, ma fuori.

Viene da domandarsi se la pulizia del Moi, operata in forma volontaria dall’organizzazione di Paratissima e dagli artisti, sia servita a qualcosa. È stato impossibile coprire tutte le scritte, dato il numero e l’estensione dei danni. Ma tutto sembra tornato a com’era prima, immerso in un degrado silenzioso: in queste giornate d’inverno, camminare per il Moi (passaggio obbligato per chi voglia recarsi, mediante la passerella olimpica, al Lingotto) è come addentrarsi in un deserto. Tra la nebbia emergono i fantasmi di Paratissima: sono i grandi “totem”, abbandonati da un mese e mai rimossi. Come se la festa continuasse. Segno di un degrado che non trova soluzione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Finita Paratissima, al Moi rimane il degrado. Rifiuti e abbandono regnano sovrani

TorinoToday è in caricamento